torna indietro
2016
 

Gruppo E-Motion

 
Ad ottobre 2016 torna al CID e trascorre un periodo di residenza presso le sale di Corso Rosmini Gruppo E-motion di Francesca La Cava per sviluppare e portare a termine lo spettacolo Apriti ai nostri baci presentato al Teatro Comunale di Bolzano il 12 ottobre 2016.

Il Novecento, secondo Christian Boltanski, è un muro. Un muro di ferro immenso, sul quale si aprono centinaia di cassetti. Su ogni cassetto è stampato un numero e dentro ogni cassetto è nascosta una vita. O meglio le tracce di una vita: un certificato di nascita, una fotografia, un atto di proprietà, un documento di identità. Quel muro si intitola “Personnes”, cioè “persone”, ma anche “nessuno”. L’uomo massa diventa l’uomo atomo, la persona diventa nessuno, la convivenza solitudine. Da una parte è duro, compatto, inscalfibile, è il muro delle moltitudini, ma dall'altra contiene le vite dei tanti nessuno che popolano la storia. E' il muro dei moti contrari: il muro che esclude, ma che al tempo stesso protegge, che al di là spaventa e al di qua rassicura, il muro che difende i confini, ma che ricaccia indietro lo straniero.
Il lavoro si basa proprio sullo studio del concetto di muro e della sua connotazione simbolica. La Compagnia prende come spunto
alcuni muri reali tra i molti che sono nati, e che continuano a nascere, lungo i solchi più profondi del pianeta: quello di sabbia che separa il Marocco dal Sahara Occidentale, il muro di Tijana ossia la barriera di sicurezza che divide il Messico dagli Stati Uniti, la Peace Lines di Springmartin Road a Belfast cioè la parete di cemento che divide la comunità cattolica da quella protestante, la barriera di dodici chilometri lungo il fiume Evros che separa la Grecia dalla Turchia, le inferriate costruite per separare Ceuta e Melilla dal territorio del Marocco e infine il muro di cemento che per 790 chilometri chiude in un cerchio quasi perfetto l'intero territorio della Cisgiordania.

COPRODUZIONE FESTIVAL ORIENTE OCCIDENTE

Regia e coreografia: Francesca La Cava
Drammaturgia: Guido Barbieri
Costumi: Chiara Defant
Musica originale e live electronics: Fabio Cifariello Ciardi
Violoncello: Luca Franzetti
Percussioni: Antonio Caggiano
Danzatori: Sara Catellani, Andrea Di Matteo, Francesca La Cava, Manolo Perazzi e Valeria Russo

Associazione L'Obiettivo e Centro Servizi S. Chiara (TN) – inDanza Cristallo