torna indietro
2017
 

Controra

 
“BRIATA 1_ l’inquietudine” è un progetto in divenire che nasce dalla necessità di indagare, osservare, sia
emotivamente che scientificamente, la paura. Un progetto a cui la Compagnia Controra ha lavorato al CID da gennaio a maggio 2017 e che ha visto un'anteprima sottoforma di prova aperta il 12 maggio 2017 presso le sale danza di Corso Rosmini.
Il tema scelto per la rappresentazione ha portato ad una profonda riflessione sulla emozione della paura perché è in qualche modo legata alla nostra sicurezza e sopravvivenza.
L’evoluzione, infatti, ha predisposto il sistema nervoso umano in modo tale che una forte paura abbia la precedenza su qualsiasi altra cosa nella mente e nel corpo. L'organismo di fronte ad un evento minacciante reagisce con comportamenti che l'essere umano ha in comune con numerosi altri animali. Fiutare il pericolo, allertare l'attenzione, esaminare la situazione bloccare ogni altra attività.
La paura interviene sulla soglia d'allarme ossia sulla nostra capacità di mobilitarci alla presenza di un evento. In genere, colui che è in preda a una violenta paura si guarda intorno circospetto, inibisce l'azione fino a immobilizzarsi, trema, piange, si fa piccolo e se può si nasconde; si allontana velocemente dallo stimolo temuto e cerca di raggiungere una fonte di sicurezza; può anche inciampare, balbettare o svenire.
L’interesse nei confronti del tema nasce anche da una prima parte di approfondimento e lavoro di ricerca attraverso la fusione di linguaggi artistici, in relazione all’ambiente di lavoro.


Coreografia Natascia Belsito e Fannj Oliva
Regia Andrea Deanesi
Musica originale Elia Pedrotti
Danzatori ed interpreti Natascia Belsito, Andrea Deanesi, Fannj Oliva, Elia Pedrotti